Ortopedia e traumatologia a Frosinone

 

Il POLIAMBULATORIO DP è un centro medico specialistico a Frosinone specializzato in ortopedia e malattie dell'apparato locomotore. L’ortopedia è la disciplina medica che studia e si occupa dell’apparato locomotore e delle sue patologie: tratta le malformazioni e i problemi funzionali dell’apparato scheletrico e delle strutture a esso associate, come muscoli e legamenti. L’ortopedico è un medico specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione di problemi congeniti o funzionali del sistema muscolo-scheletrico, dalle infezioni ai traumi sportivi; dalle fratture, ai problemi alle articolazioni; dall’osteoporosi ai tumori alle ossa. Il trattamento ortopedico è sia conservativo che chirurgico.

Se necessario può anche intervenire chirurgicamente, conducendo anche interventi complessi come quelli per inserire protesi all’anca.


Quali sono le patologie trattate dall’ortopedico?

L’ortopedico ha maturato conoscenze teoriche e sviluppato capacità pratico-professionali nel campo della fisiopatologia e terapia sia medica sia chirurgica delle malattie dell’apparato locomotore, nella Chirurgia della Mano e nella Traumatologia compresa la Traumatologia dello Sport, nonché nelle patologie a carattere oncologico di pertinenza.

Fra le patologie più spesso trattate dall’ortopedico sono incluse:

 

  • Le patologie legate a problemi della spalla

  • Le patologie legate a problemi del ginocchio

  • Le patologie legate ai problemi dell’anca

  • Le patologie legate ai problemi della mano

  • Le patologie legate ai problemi del piede

  • Le fratture

  • Le scoliosi

  • I mal di schiena

  • Le slogature

     

Le procedure dell’ortopedico

L’ortopedico cerca di risolvere i problemi prima con approcci poco invasivi: prescrive farmaci, iniezioni specifiche, riabilitazione o fisioterapia.
Quando questi trattamenti non sono più sufficienti a controllare i sintomi può diventare indispensabile ricorrere alla chirurgia.

 

Presso il POLIAMBULATORIO Dp, ortopedico a Frosinone trattiamo:

 

Cartilagine

 

La cartilagine è un tessuto di colore bianco, elastico e resistente, che ha la funzione di supportare strutture ossee ed organi. È considerato un tessuto connettivo e riveste le estremità delle superfici ossee, riducendo l’usura delle stesse. La funzione principale della cartilagine è quella di distribuire e supportare i carichi che possono essere trasmessi tra le superfici, resistere alla compressione, alla trazione, prevenendo l’attrito tra le ossa. In questo modo, la cartilagine fornisce un movimento scorrevole regolare, proteggendo le ossa. Inoltre, modella e supporta altre parti del corpo come naso, orecchie, trachea e bronchi. Le lesioni della cartilagine sono molto comuni e non è in grado di rigenerarsi. Il trattamento delle lesioni della cartilagine deve essere adattato all’entità della lesione e al paziente: età, dimensione della lesione, profondità, ampiezza, ecc. La cartilagine può essere trattata da un team multidisciplinare di specialisti, a seconda dell'area interessata, delle caratteristiche della lesione e del paziente. Specialisti in fisioterapia, traumatologia o reumatologia possono intervenire nel trattamento.

 

Chirurgia del ginocchio Frosinone

 

La chirurgia del ginocchio è una procedura volta al trattamento delle patologie dell’articolazione del ginocchio. Queste possono essere dovute a traumi sportivi (es. lesioni del menisco o dei legamenti), a malformazioni o a malattie degenerative (es. artrosi, condropatia). Gli interventi di chirurgia del ginocchio vengono eseguiti per curare patologie degenerative, malformative o traumatiche dell’articolazione. La patologie più frequentemente trattata mediante operazione chirurgica è l’artrosi, che comporta un’usura della cartilagine coinvolgendo anche le strutture intra-articolari come il menisco, l’osso ed il tessuto sinoviale, provocando una limitazione della capacità di movimento ed una deformazione articolare. La chirurgia del ginocchio si avvale di numerose tecniche. Per la cura di malattie degenerative. La preparazione all’intervento può variare in base al tipo di chirurgia da eseguire. Generalmente sono richieste analisi cliniche, esami strumentali e l’esecuzione di esercizi per migliorare lo stato muscolare della gamba.  tempi di recupero e gli accorgimenti da seguire variano in base al tipo di intervento effettuato. 

 

 

Chirurgia della spalla Frosinone

La chirurgia della spalla tratta le lesioni alle spalle riparando i muscoli, il tessuto connettivo o le articolazioni danneggiate che si verificano a causa di infortuni traumatici o di un uso eccessivo della spalla. La spalla è l’articolazione più flessibile del corpo e consente di posizionare e ruotare il braccio in molte posizioni: in avanti, verso l’alto, sul lato e dietro al corpo. Un tale grado di movimento predispone la spalla agli infortuni. Si esegue per:

 

  • Borsite o tendinite 
  • Impingement (conflitto)
  • Lacerazioni a tutto spessore della cuffia dei rotatori

 

Protesi della spalla Frosinone

Una protesi della spalla è un’articolazione artificiale che sostituisce l’articolazione della spalla lesionata, che non può essere trattata né curata con altri sistemi più semplici. Essa è nota anche come artroplastica della spalla. Si tratta di una procedura mediante la quale si sostituisce l’articolazione gleno-omerale (quella ubicata tra la testa dell’omero e la scapola od omoplata) con un impianto protesico. Le cause principali che possono rendere necessaria una protesi della spalla sono dei problemi degenerativi dell’articolazione. Così, l’artroplastica della spalla è indicata nei casi di artrosi avanzata o di grave artrite della spalla (artrite reumatoide), al fine di controllare il dolore e di recuperare la funzionalità persa e anche qualora vi sia una frattura prossimale della spalla o una rottura dei tendini, in cui la ricostruzione chirurgica non sia possibile.

La protesi della spalla viene inserita nel paziente mediante intervento chirurgico, sotto anestesia totale. È un intervento che, solitamente, dura circa due ore e, in seguito, il paziente rimarrà ricoverato per 5 giorni, nella maggior parte dei casi. Esistono due tipi di protesi e il tipo di intervento chirurgico da eseguire dipenderà dal danno dell’articolazione e delle strutture tendinee adiacenti, che sorreggono l’articolazione. Le protesi possono essere: anatomiche o invertite. Nella protesi anatomica viene riprodotta l’anatomia naturale della spalla e, per far sì che funzioni, è necessario che i tendini della spalla siano ben conservati. Nelle protesi invertite, si scava affinché esse si inseriscano bene e si articolino al di sopra della componente scapolare, al contrario della posizione naturale dell’articolazione. Vi sono anche diversi modelli di protesi impiegati a seconda della patologia o dell’età del paziente: protesi superficiale dell’omero, protesi totale anatomica della spalla, emiartroplastica della spalla o protesi invertita della spalla. I risultati sono solitamente buoni. È comunque sempre molto importante l’esperienza del chirurgo e la collaborazione del paziente nel corso del post-operatorio e nel programma di riabilitazione. Così, il paziente recupererà una buona funzione dopo alcune settimane trascorse con il braccio immobilizzato.

Le alternative alla protesi della spalla sono tutti quei trattamenti che possono essere somministrati con l’obiettivo di preservare l’articolazione sana e ottenere un suo corretto funzionamento. Prima di applicare una protesi della spalla, lo specialista proverà altre terapie e trattamenti conservativi.

 

Protesi del ginocchio Frosinone

Una protesi del ginocchio è la sostituzione dell’articolazione con una parte sintetica, per mezzo di un intervento chirurgico. Si tratta di un impianto collocato nella struttura danneggiata e che ne sostituisce la funzione, permettendo al paziente di tornare a muovere l’articolazione, eliminando il dolore che potrebbe avvertire. Durante l’intervento vengono estratti l’osso e la cartilagine danneggiati. Per tale ragione, il paziente sarà sotto anestesia totale o locale (rachidea o epidurale). Lo specialista in anestesiologia si accorderà con il traumatologo, al fine di arrecare meno fastidio possibile al paziente e per rendere l’intervento più agevole.

Il motivo più comune per il quale s’impianta una protesi l’artrosi del ginocchio (gonartrosi), che danneggia progressivamente l’articolazione. Tuttavia, anche determinate fratture in cui l’osso subcondrale è gravemente danneggiato o tumori ossei specifici richiedono un impianto o una protesi del ginocchio.

Dopo l’intervento di protesi del ginocchio, il paziente dev’essere molto scrupoloso e seguire i consigli del traumatologo e del fisioterapista, affinché il recupero sia completo ed efficace. Così, lo specialista in Fisioterapia metterà a punto una serie di esercizi adatti al paziente e alla lesione da cui egli è affetto, che diventeranno sempre più intensi, affinché il paziente recuperi la mobilità dell’articolazione. L’obiettivo è recuperare e aumentare la forza dei muscoli, correggere qualsiasi instabilità e deformità, alleviare i dolori che il paziente può avvertire, eliminare qualsiasi aderenza sulla cicatrice e migliorare la funzione fisica del paziente.

Non vi sono alternative all’intervento di protesi del ginocchio. Si tratta di un’operazione eseguita unicamente in casi estremi, quando l’articolazione è molto danneggiata e la lesione non può essere risanata per mezzo di un’altra terapia o intervento. Lo specialista si occuperà di studiare la lesione e deciderà qual è il migliore trattamento o la migliore alternativa ad esso.


Traumatologia Sportiva Frosinone

La traumatologia sportiva è una branca della traumatologia che si occupa di prevenire, diagnosticare e trattare le lesioni che si verificano durante la pratica sportiva, oltre a far in modo che l’atleta possa tornare quanto prima all’abituale pratica sportiva. Le lesioni sportive possono avvenire in modo violento, per pratica eccessiva o per errori nell’allenamento, carenze tecniche, utilizzo scorretto dell’abbigliamento, mancanza di abilità ecc. Lo specialista in traumatologia sportiva conosce in profondità i vari sport e comprende le diverse situazioni in cui viene a trovarsi lo sportivo. Inoltre, non deve avere solamente una grande conoscenza anatomica, medica o fisiologica, ma è anche indispensabile che sia in grado di trattare le lesioni in base al momento dell’attività sportiva in cui si verificano (allenamento, momento particolare all’interno della stagione, gare in progetto ecc.) e a molti altri fattori che possono influire sulla lesione stessa.

 

Poliambulatorio DP - Ortopedia a Frosinone

.